Dona

8 Luglio 2020

EmailTwitterFacebookWhatsApp

Cannabis: dalle mafie all’economia legale

Alla scoperta della campagna antiproibizionista "Io Coltivo".

di The Good Lobby

Quella della produzione, vendita e consumo della cannabis è una questione sociale che riguarda la giustizia, la salute pubblica, la sicurezza, la possibilità di impresa, la lotta alle mafie, la ricerca scientifica e le libertà individuali.

Cosa succederebbe se l’Italia legalizzasse la cannabis per rilanciare l’economia in questo periodo di crisi? Alcuni ricercatori ritengono che il beneficio fiscale per il Paese si aggirerebbe intorno ai 3-4 miliardi e che si creerebbero dai 60.000 ai 300.000 posti di lavoro. Non solo: la legalizzazione permetterebbe di dare un duro colpo alle mafie e all’economia sommersa.
Una sentenza storica della Corte di Cassazione ha stabilito che la coltivazione per uso personale non è sempre reato. Una svolta che ha aperto la strada ad una stagione di lotte politiche e iniziative civili per superare l’approccio repressivo sulla gestione di questo fenomeno. Ne parliamo con Antonella Soldo di Meglio Legale.

Guarda le altre dirette >>

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x