Oltre 100 organizzazioni europee unite per proteggere i whistleblower durante e dopo la Pandemia

In occasione del dilagare della pandemia di COVID-19, The Good Lobby ha proposto e promosso la dichiarazione che segue, firmata il 6 aprile 2020 da decine di organizzazioni della società civile che si occupano di protezione del whistleblower nel mondo.

Le organizzazioni firmatarie di questa lettera chiedono a tutte le Istituzioni e autorità pubbliche di proteggere le persone che segnalano o rivelano rischi di abusi e illeciti che si verificano durante questo periodo di crisi causato dalla pandemia di COVID-19. Incoraggiamo anche tutti i cittadini e cittadine, i lavoratori e le lavoratrici a contribuire ad assicurare l’integrità delle nostre istituzioni pubbliche e private, e a difendere i diritti umani e le libertà della persona. 

La pandemia di COVID-19 accende i riflettori sull’importanza della responsabilità e sulla necessità di informazioni regolari e affidabili da parte delle nostre istituzioni pubbliche e dei nostri leader. Le persone dei paesi colpiti hanno bisogno di conoscere la verità sulla diffusione del virus, sia a livello locale che internazionale, per poter rispondere in maniera efficace e contribuire a proteggere le proprie comunità. Equità, trasparenza e cooperazione sono essenziali, ancor di più nel corso di una pandemia.

Abbiamo già avuto testimonianze di illeciti e irregolarità gestionali come conseguenza della gestione del COVID-19 da parte di enti pubblici e aziende. Alcune delle aree di rischio sono il sistema sanitario, gli appalti pubblici, le violazioni delle norme di sicurezza sul lavoro, le filiere internazionali ineguali e impreparate, le pratiche di concorrenza sleale e abusi di mercato, e le significative violazioni dei diritti di privacy su larga scala attraverso il tracciamento digitale delle persone.

Una corretta informazione sui rischi al pubblico e ai lavoratori, una condotta equa e responsabile da parte di tutte le istituzioni e una raccolta trasparente dei dati sono tutti elementi fondamentali per la fiducia collettiva nella capacità di superare questa crisi. 

Ciò è ancora più importante quando le garanzie normalmente fornite dai pilastri democratici fondamentali delle nostre società vengono ridotte o accantonate. I parlamenti e le assemblee democratiche sono stati sospesi in molti paesi. L’uso di poteri straordinari da parte dei governi senza un’adeguata supervisione e trasparenza pubblica crea un rischio tangibile di sconfinare in un potenziale abuso.

Quando le decisioni vengono prese in contesti di emergenza, spesso al di fuori dei meccanismi democratici, i whistleblower possono giocare un ruolo chiave di prevenzione. Sono una valvola di sicurezza contro il fallimento di qualsiasi società, specialmente in una crisi sanitaria internazionale in cui il diritto del pubblico di sapere può avere implicazioni di vita o morte. In questo momento di crisi e oltre, incoraggiamo i cittadini e i lavoratori a contribuire a garantire l’integrità delle nostre istituzioni e dei mercati e a difendere i diritti umani e le libertà della persona.

Durante questa pandemia abbiamo già assistito ad abusi. In diversi momenti, i diritti fondamentali della libertà di espressione e dell’accesso alle informazioni sono stati limitati. Il costo di queste azioni è gravemente sostenuto dai  membri più vulnerabili delle nostre comunità: anziani, comunità emarginate, immigrati e rifugiati, comunità LGBTQ, detenuti, moltitudini di lavoratori precari e in prima linea nella crisi.

Il whistleblowing ha dimostrato di essere un potente strumento per combattere e prevenire azioni che minano l’interesse pubblico. Le nostre organizzazioni chiedono a tutte le autorità e istituzioni pubbliche di proteggere coloro che rivelano danni, abusi e gravi illeciti durante la crisi legata al COVID-19 e oltre.

I lavoratori corrono ogni giorno dei rischi per garantire i numerosi servizi essenziali su cui facciamo affidamento proprio in questo periodo, come l’assistenza sanitaria, l’assistenza agli anziani e altri servizi pubblici, nonché la fornitura di cibo e la logistica, solo per citarne alcuni. Il diritto e l’importanza di questi lavoratori per un posto di lavoro sicuro nell’esporre eventuali minacce alla salute e sicurezza pubblica, corruzione e altri abusi devono essere riconosciuti e protetti. I whistleblower sono fondamentali per prevenire gravi catastrofi e ridurre gli impatti della crisi su tutti noi, in particolare i membri più vulnerabili della società e del nostro sistema democratico.

FIRMATARI

Access Info / ACREC / African Centre for Media & Information Literacy / Alliance Nationale des Consomateurs et de L’Environement (Togo) / Anti Corruption Fund / APW-Fíltrala / Archiveros Españoles en la Función Pública / Article 19 / Atlatszo / Austrian Press Club / Blueprint for Free Speech / Centre for Free Expression, Ryerson University / Center for Independent Journalism Romania / Centre for Law and Democracy / CFDT Cadres / Chile Transparente / Cibervoluntarios / Civic Initiatives (Gradjanske Inicijative) / Civil Society Legislative Advocacy Centre / Corporate Europe Observatory / CREW – Greenwich University / Daphne Caruana Galizia Foundation / Prof. David Lewis, Whistleblowing Research Unit, Middlesex University / Disruption Network Lab / ePanstwo Foundation / EPSU – European Public Service Union / Eurocadres – Council of European Professional and Managerial Staff / ETUC – European Trade Union Confederation / European Centre for Press and Media Freedom / European Federation of Journalists / European Organisation of Military Associations and Trade Unions / Free Press Unlimited / Fundación Ciudadanía Inteligente / Fundación Internacional Baltasar Garzón (FIBGAR) / Funky Citizens / Ghana Integrity Initiative / Government Accountability Project / Prof. AJ Brown, Griffith University / Hermes Center for Transparency and Digital Human Rights / Human Rights Center ZMINA / International Bar Association / K-Monitor / Labor Initiatives NGO / Legal Legion Loyalty / Maison des Lanceurs D’Alerte / Media Development Center / National Whistleblower Center / Oživení / Pistaljka / Plataforma en Defensa de Libertad de Información / Protect / Proyecto sobre Organización, Desarrollo, Educación e Investigación (PODER) / Reporters United / Reporters Without Borders / Sabiedrība par atklātību – Delna (Latvia) / Stefan Batory Foundation / The Ethicos Group / The Good Lobby / The Signals Network / Tom Mueller / Transparência e Integridade / Transparency International / Transparency International Australia / Transparency International Bangladesh / Transparency International Bosnia and Herzegovina / Transparency International Bulgaria / Transparency International Cambodia / Transparency International Estonia / Transparency International EU / Transparency International France / Transparency International Greece / Transparency International Health Initiative / Transparency International Ireland / Transparency International Italy / Transparency International Kenya / Transparency International Initiative Madagascar / Transparency Maldives / Transparency International Papua New Guinea / Transparency Serbia / Transparency International Slovenia / Transparency International Slovensko / Transparency International Spain / Transparency International Sri Lanka / Transparency International Ukraine / Transparency International Zimbabwe / UGICT CGT / Ukrainian Institute for Human Rights / Ukrainian league of lawyers for corruption combating / UNI Europa / Uniting Church in Australia / Dr Vigjilenca Abazi, Maastricht University / Vouliwatch / WIN Whistleblowing International Network / Whistleblower-Network Germany / X-net