fbpx

In tempi di Recovery, più tutele per il lavoratori che segnalano

Donando ci aiuterai a far introdurre in Italia la direttiva europea sul whistleblowing entro fine 2021

Anche il contributo più piccolo può fare la differenza.

Scegli il tipo di donazione

  • mensile

  • annuale

  • singola

€  

Metodo di pagamento accettato:

  • CARTA DI CREDITO

  • PAYPAL

Confermo di avere letto l'informativa sulla privacy e la privacy policy e acconsento al trattamento dei miei dati personali come indicato (obbligatorio). Acconsento al trattamento dei miei dati personali al fine di ricevere informazioni sulle campagne, anche di raccolta fondi e/o firme per appelli, di The Good Lobby via email, sms, mms, fax o altri sistemi automatizzati (es. messaggi su social network web).

Per donare con Bonifico Bancario:

Beneficiario: The Good Lobby Italia
Piazza Castello 26, 20121 Milano (MI)
Causale: direttiva
IBAN: IT29K0306909606100000177661
BIC/SWIFT: BCITITMM

Dona Ora

La legge italiana per la tutela di chi segnala illeciti sul lavoro non è sufficiente. Ci serve il tuo aiuto per fare pressione e ottenere l’introduzione delle misure previste a livello europeo. Mai più mobbing, ritorsioni, isolamento per le voci di giustizia, specialmente in questa fase di ripartenza.

Non serve chiamarli eroi. Serve proteggerli come si deve da ritorsioni, mobbing, isolamento. È questo ciò che spesso subiscono dopo aver deciso di segnalare illeciti sul posto di lavoro.
In Italia non abbiamo neppure una parola efficace per definirli, i whistleblower – in inglese “suonatori di fischietto” – ma abbiamo una legge, approvata nel 2017 grazie al lavoro di pressione della società civile promosso da Riparte il futuro (oggi The Good Lobby) e Transparency International.
Una legge che per la prima volta ha istituito delle misure di tutela per chi rifiuta di tacere di fronte all’omertà, all’illegalità, al furto della cosa pubblica e del nostro futuro.  Purtroppo però la normativa è ancora incompleta. Per potenziarla sarebbe quanto mai necessario approvare per tempo la direttiva europea prevista in materia. Soprattutto in questa fase cruciale in cui stanno arrivando le ingenti risorse europee del Recovery Plan.

Dobbiamo farlo entro il 17 dicembre ma sappiamo che – anche in questa circostanza – senza l’intervento della società civile, i politici potrebbero non sentire questa urgenza e continuare a rimandare, come stanno facendo da due anni a questa parte.

Donando per finanziare questa campagna ci aiuterai nel concreto a vincere la battaglia e a far sì che i segnalanti possano essere finalmente protetti in maniera più efficace. Tra le varie misure previste dalla direttiva c’è ad esempio la possibilità che i segnalanti si rivolgano alla stampa o alle ONG. Ma sono tante le migliorie che la normativa internazionale introduce.

I fondi raccolti serviranno per le seguenti attività, di cui ti daremo specifica rendicontazione:

promozione della campagna (soprattutto via social) per raccogliere il maggior numero di firme da consegnare ai parlamentari

– attività di pressione sui politici che possano incaricarsi di portare avanti l’istanza. Li bracchiamo in ogni modo possibile.

produzione di contenuti sul tema per sensibilizzare i cittadini e la stampa . Più si parla di un argomento e più la politica sarà costretta ad affrontarlo. 

Il tuo aiuto può fare la differenza per le vite di tante persone oneste che non meritano di pagare il prezzo del proprio coraggio. 
E può fare la differenza per la giustizia e la lotta alla corruzione nel nostro Paese.


Grazie infinite!


Donando oggi sei anche tu al nostro fianco in questo impegno e lo rendi possibile. Ci aiuterai inoltre a portare avanti  le nostre attività per rendere più democratica, unita ed equa la società in cui viviamo.

 

The Good Lobby si batte infatti per il cambiamento promuovendo campagne per la giustizia sociale e ambientale, contro corruzione, clientelismi e disuguaglianze.

 

1.654.986 1654986

Firme di cittadini raccolte

56 56

Organizzazioni Partner

5 5

Campagne Vinte