Dona

Evento > Mix The Bubbles

Che genere di lavoro vogliamo in Europa?

22-23 Aprile 2022 in Genova

EmailTwitterFacebookWhatsApp

Partecipa al workshop del ciclo "Fatti Sentire in Europa" per scoprire come cittadini possono far nascere una proposta di politica pubblica europea.

Iscriviti al workshop di Genova

Prenota il tuo posto

22-23 Aprile 2022 in Genova

Ci siamo più volte detti che “ne saremmo usciti migliori” ma dopo due anni di crisi pandemica mondiale ne siamo ancora convinti? E possiamo dire lo stesso delle nostre istituzioni?

 

Grazie anche alla pandemia ci siamo accorti che siamo immersi in bolle (o filter bubbles) che ci espongono a idee e notizie in linea solo con il nostro punto di vista e questo ci spinge verso interpretazioni sempre più parziali dei fenomeni globali e delle politiche pubbliche realizzate dalle nostre istituzioni.

 

Queste bolle investono in particolare temi importanti che ci toccano da vicino – la crisi climatica, la salute, il mondo del lavoro – polarizzando le opinioni, riducendo la possibilità di confronto e crescita e generando un senso di sfiducia e scetticismo verso il cambiamento sociale.

E quindi, come possiamo dare un contributo attivo, dal basso e come cittadini ai temi più caldi del nostro tempo?

Ci proviamo con il ciclo di workshop “Fatti sentire in Europa“, parte dei progetti NextGenU e Mix The Bubbles, che mirano ad alimentare il dibattito giovanile in 14 centri culturali su tematiche cruciali in Europa, sfidandoci a diventare noi stessi policy maker europei per un giorno.

Questo workshop si focalizza sul tema lavoro e impiego in Europa.

Ci accompagneranno in queste due giornate Gianluca Sgueo, professore della New York University di Firenze e Direttore di I-COM, e Costanza Hermanin, ricercatrice presso l’European University Institute.

 

In primis, le cose importanti: giocare! Per conoscerci ci cimenteremo in un gioco di ruolo sul tema della partecipazione. 

 

Faremo poi un viaggio insieme a Gianluca Sgueo tra i palazzi di Bruxelles e Strasburgo per capire cosa si fa tutti i giorni all’interno delle istituzioni europee e cosa possono fare i cittadini per far sentire la loro voce!

 

Il secondo giorno proseguiremo con un affondo sul tema di lavoro e impiego in compagnia di Costanza Hermanin: che genere di politiche servono all’Italia e all’Europa per migliorare la parità di genere nel mondo del lavoro? Quali altri aspetti del mondo dell’impiego hanno bisogno di riforme e innovazioni? Ne parleremo insieme immaginando anche di dare il nostro piccolo contributo alle future politiche pubbliche europee, riflettendo si come migliorare quelle attuali e proponendo nuove iniziative legislative dal basso.

Le proposte ideate in modo partecipato durante queste due giornate verranno caricate su una piattaforma e valutate da un gruppo di esperti. Una volta finalizzate, saranno pubblicate sulla piattaforma in modo accessibile a tutti e potranno essere votate.

I creatori delle proposte più votate saranno selezionati per vincere un viaggio di due giorni per partecipare all’evento finale del progetto!

Giorno 1 – Online

14.30 – Welcome e apertura lavori

15.00 – Come nasce una politica europea con Gianluca Sgueo

16.00 – Esercitazione

17.00 – Restituzione

17.30 – Chiusura Lavori

 

Giorno 2 – In presenza

 9.30 – Saluti e caffè

 9.45 – Apertura lavori

10.00Gioco di ruolo: Empaville Game

11.00 – A che punto siamo sulle politiche di genere nel mondo del lavoro  con Costanza Hermanin

13.00Pausa Pranzo

14.00 – Esercitazione

15.00 – Definizione proposte di politiche pubbliche

17.00 – Caricamento delle proposte in Piattaforma online

18.00 – Saluti e Ringraziamenti

Il ciclo “Fatti sentire dall’Europa” si inserisce all’interno dei workshop del progetto NextGenU, sostenuto da Compagnia di San Paolo, e del progetto “Mix The Bubbles”, finanziato dalla Commissione Europea.

Dove?

Giardini Luzzati, Genova

Gianluca Sgueo

Gianluca Sgueo è Direttore dell’area istituzioni dell’Istituto per la competitività (I-COM), un think-tank con sedi a Roma e Bruxelles che promuove analisi sulla competitività e la regolazione dei mercati. È inoltre ricercatore associato presso il Center of Social Studies dell’Università di Coimbra. Insegna presso Sciences Po (Master Affaires Européennes) e la New York University di Firenze. E' coordinatore scientifico nei master su public affairs e corporate governance della Business School del Sole24Ore. Ha ricoperto numerosi incarichi nella pubblica amministrazione. Da novembre 2011 a aprile 2013 ha rivestito l’incarico di Coordinatore dell’Ufficio stampa e del Portavoce della Presidenza del Consiglio dei Ministri. È autore di numerose pubblicazioni, in italiano e inglese, sulla democrazia, tecnologie digitali e lobbying

website facebook twitter

Costanza Hermanin

È un'attivista politica pro-europea e una professionista con esperienza come funzionario pubblico, think tanker e avvocato, docente e leader di partito. Nel corso della sua carriera ha lavorato sia per organizzazioni governative che non governative. Il suo lavoro e la sua ricerca si sono focalizzati in particolare su l'uguaglianza di razza e di genere, la migrazione e le istituzioni e le politiche dell'Unione europea. Costanza ha conseguito un master presso SciencesPo a Parigi e un dottorato presso l'European University Institute. È stata una Fulbright Research Scholar alla Columbia Law School e alla UC Berkeley, e ha insegnato in vari istituti, tra cui College of Europe, SciencesPo, LUISS e John Cabot University. Il suo lavoro si concentra sull'aumento della partecipazione e dell'impatto delle donne in politica, con un focus sulle donne delle minoranze etniche, sulla base della sua esperienza come creatrice della prima scuola per l'empowerment politico delle donne in Italia, #PrimeDonne.

website twitter

14:30-17:30

Unione Europea e policy: come funziona?

Con Gianluca Sgueo

Evento gratuito

I-Com e New York University (Firenze)

Parleremo assieme di come funzionano le norme dell'Unione Europea e di come ideare, scrivere e intervenire sui processi legislativi in corso. Rifletteremo prima di tutto sul perché è importante partecipare, per poi capire chi sono i portatori d'interesse chiave e come contattarli.

09:30-18:00

Che genere di lavoro vogliamo in Europa?

Con Costanza Hermanin

Evento gratuito

European University Institute

La prima tranche di fondi del Recovery Plan è finalmente arrivata e l’esecutivo di Bruxelles ha invitato l’Italia a tenere presente, nell’investire i fondi, un obiettivo in particolare: accrescere la parità di genere nel mondo del lavoro. Bruxelles sa che la sottoccupazione femminile costa all’Europa 360 miliardi di euro l’anno, ossia mezzo Next Generation EU, e la pandemia non ha fatto che aggravare questo dato (il calo del tasso d’occupazione delle donne italiane è dell’1,5% dal 2020, in mezzo milione hanno perso il lavoro). L'Italia ha il terzultimo posto in Europa per tasso d’impiego femminile: più di una donna su due non lavora e lo scarto tra uomini e donne che lavorano è quasi del venti per cento: 48,5 contro 67,5% (i tassi europei sono rispettivamente 66% e 78%). Banca d’Italia ha stimato che se colmassimo solo metà del nostro scarto e raggiungessimo lo scarto medio europeo il PIL Italiano crescerebbe del 7%. Che genere di politiche servono quindi all’Italia e all'Europa per migliorare la parità di genere nel mondo del lavoro? Quali altri aspetti del mondo dell’impiego hanno bisogno di riforme e innovazioni?