Dona

Come ci finanziamo

Le nostre attività sono finanziate da fondazioni filantropiche italiane e internazionali, da fondi dell’Unione europea, da donazioni individuali e di enti del terzo settore.

I fondi raccolti sono utilizzati per la realizzazione dei progetti e delle attività di campagna, per coprire i costi necessari al generico svolgimento del lavoro (come le utenze, le apparecchiature, gli oneri tecnici di bilancio, ecc), e per potenziare l’attività di raccolta fondi stessa.

Per approfondire quali sono le nostre fonti di finanziamento, come utilizziamo le nostre risorse economiche e l’impatto che abbiamo avuto, consulta il nostro impact report.

Qui invece puoi consultare il bilancio dell’associazione.

La provenienza e l’utilizzo dei fondi 

 

Anno 2020

 

Nel corso del 2020 abbiamo lavorato per espandere le nostre attività di raccolta fondi e aumentare il numero di donazioni individuali. Questi contributi sono un’importante manifestazione di fiducia da parte dei cittadini che riconoscono il valore e l’utilità del nostro lavoro. Per contribuire, puoi fare anche tu una donazione

Un altro canale che vogliamo potenziare è quello della raccolta fondi da parte di aziende intenzionate a sostenere iniziative di partecipazione democratica della società civile, lotta alla corruzione, protezione ambientale, riduzione delle disuguaglianze e difesa dei diritti. Vogliamo stimolare un cambiamento di prospettiva nel mondo delle aziende che vada verso l’assunzione di responsabilità etiche nei confronti delle comunità. Coerentemente a questa visione, ci proponiamo di sviluppare collaborazioni solo con aziende in grado di rispettare i rigorosi criteri del nostro codice etico.

Le fondazioni e gli enti istituzionali nazionali e internazionali hanno contribuito a finanziare il 27% delle attività di The Good Lobby in Italia.

Le realtà che hanno sostenuto i nostri progetti sono:

  • Open Society Foundation
  • Patagonia
  • Guerrilla Foundation
  • Ambasciata americana in Italia
  • Civitates Fund
  • Arisa – Advocating Rights In South Asia

 

Nel 2020, l’associazione ha beneficiato di fondi dell’Unione Europea per realizzare il progetto ‘Expanding anonymous tipping (Eat)’ finalizzato a espandere in Italia e in altri 10 Paesi dell’UE l’uso delle tecnologie protette per segnalare corruzione e illeciti sul posto di lavoro.

Infine, abbiamo sperimentato l’attività di consulenza nel campo del campaigning sociale, dell’advocacy e del lobbying civico rivolto a enti del terzo settore e gruppi della società civile, che, insieme a quella di formazione, ci ha permesso di raccogliere 18.212 euro. 

Nel 2020 le uscite dell’organizzazione sono servite a coprire le seguenti voci di spesa: 

  • 87,8% per la realizzazione dei progetti e attività di campagna dell’organizzazione
  • 8,8% per i costi di supporto generale, necessari al generico svolgimento del lavoro dell’associazione
  • 3,4% per le attività di raccolta fondi

 

Anno 2019 

 

The Good Lobby Italia si è costituita a giugno del 2019, grazie a un fondo iniziale di 80.000 euro devoluto dall’associazione Riparte il futuro che, al momento del suo scioglimento, ha deciso di sostenere The Good Lobby come prosecuzione della sua missione.

Da giugno a dicembre 2019 sono state raccolte donazioni per un totale di 91.147,38 euro. 


La composizione di tali entrate proviene da enti del Terzo Settore (vedi lista sottostante), che hanno finanziato la realizzazione delle attività di missione dell’associazione.

 

Nel 2019 i costi hanno coperto le seguenti attività: 

  • 80,7% per la realizzazione dei progetti e attività di campagna
  • 5,3% per i costi di supporto generale necessari al generico svolgimento del lavoro dell’associazione
  • 14% per la costituzione dell’associazione: realizzazione e lancio del sito internet, sviluppo del sistema di gestione dati, spese legali ecc.