Dona

Il Senno di poi è un giornale distopico che racconta l’Italia del futuro, a vent’anni dall’assegnazione dei fondi del Recovery Plan.

Lo abbiamo consegnato il 30 giugno davanti a Montecitorio.

Come andrà il piano per la ripartenza? Sfrutteremo davvero questa occasione unica o rimarremo impantanati nella palude dei conflitti di interessi e delle lobby opache?

Scarica gratuitamente il giornale dal futuro e lo scoprirai!

Ricevi una copia del giornale.

Cos’è il Senno di Poi?

È un’operazione narrativa provocatoria e a tratti satirica.
Immagina di sfogliare un vero e proprio quotidiano del 2041, che racconta l’Italia a vent’anni dall’assegnazione delle risorse europee per la ripartenza. Tra interviste, inchieste, infografiche (e anche l’oroscopo) ti troverai immerso in uno scenario purtroppo molto verosimile… ma che possiamo ancora cambiare!

Cosa è successo il 30 giugno?

The Good Lobby è scesa in piazza a Montecitorio con una delegazione di attivisti e volontari per installare l’edicola del Senno di poi e distribuire il giornale ai politici, ai passanti e ai giornalisti. Nella mattinata si è tenuta una conferenza stampa e sono state consegnate le oltre 44.000 firme raccolte dalle petizioni all’on. Giuseppe Brescia, Presidente della Commissione Affari Costituzionali della Camera.
Ha ritirato una copia del Senno di poi anche il ministro del Lavoro Andrea Orlando, che si è detto d’accordo con le istanze delle petizioni. Un’altra copia è stata invece consegnata a Palazzo Chigi all’attenzione del Premier Mario Draghi.