10 Settembre 2020

EmailTwitterFacebookWhatsApp

Votare ti costa: il diritto negato ai fuori sede

di The Good Lobby

È assurdo che i cittadini che studiano all’estero possano votare a distanza mentre un elettore italiano non può esprimere il proprio voto al di fuori del comune di residenza.

Una situazione paradossale che si ripeterà nuovamente per il referendum del 20 e 21 settembre, quando, nonostante le difficoltà imposte dalle misure di contenimento della pandemia e i rischi ad essa connessi, milioni di persone dovranno percorrere lunghi e costosi viaggi solo per poter far valere il proprio diritto di voto.

Tutto per colpa di una vecchia legge che va riformata. Ne parleremo con Stefano La Barbera, presidente del comitato Iovotofuorisede, che ci racconterà anche del primo ricorso pilota presentato per conto di un gruppo di elettori.

Guarda le altre dirette >>